Plan COVID-19

Plan de choque del sector turístico de Aragón para combatir la crisis generada por el Covid-19

Más información

Santa Cruz de la Serós

Aggiungere al mio viaggio

L'affascinante centro di Santa Cruz de la Serós ospita due gioielli romanici da non perdere. La chiesa di Santa Maria era un monastero femminile nei secoli XI e XII e tra le sue mura vivevano le donne della nobiltà aragonese.

Fotografo-zaragoza Fotografo-zaragoza Fotografo-zaragoza Santa Cruz de la Serós Fotografo-zaragoza Fotografo-zaragoza Fotografo-zaragoza Fotografo-zaragoza Fotografo-zaragoza

La chiesa di Santa Maria era un monastero femminile nei secoli XI e XII e tra le sue mura vivevano le donne della nobiltà aragonese. Aresa, Urraca e Sancha, figlie di re Ramiro I, erano i suoi abitanti più famosi.

L’eremo di San Caprasio, situato all’ingresso del paese, è un bellissimo esempio di arte romanica lombarda dell’XI secolo.

A due passi da Santa Cruz si rimane abbagliato dal complesso monastico di San Juan de la Peña, capolavoro del romanico e testimone dell’origine del Regno d’Aragona. Il monastero, insieme alla natura esuberante che lo circonda e alle due chiese di Santa Cruz de la Serós, costituiscono il complesso monastico di San Juan de la Peña.

Mapa

Informazioni di base

Cosa vedere vicino de Santa Cruz de la Serós

Potresti anche essere interessato a

Románico